caratteristiche del colibrì
Colibrì La leggerezza dell'informazione

Giornale su ambiente e diritti
www.ciampinonet.it
Home Page
Posta
Archivio
Rubriche
Le nostre Strisce
Igdolab
Appuntamenti
Contattaci




Reazioni in tutta Italia contro
IL DIMENSIONAMENTO SCOLASTICO DELLA GELMINI
Le prese di posizioni che si stanno registrando in tutta Italia sull’applicazione del
ridimensionamento voluto dalla Gelmini danno il segno di come non si possano
accettare supinamente tagli indiscriminati ai nostri servizi scolastici

Quello che sta per accadere alla Umberto Nobile di Ciampino non è solo un problema di docenti che potrebbero perdere la loro cattedra, né (anche se di per sé grave) un semplice problema di continuità didattica: con lo smembramento di questa scuola di fatto verranno a mancare spazi che si tradurranno in un ridimensionamento di servizi che hanno finora fatto non solo della Nobile, ma di tutto il sistema scolastico di Ciampino un sistema di eccellenza, un punto di attrazione anche per popolazioni non residenti (dei circa 6900 alunni frequentanti nel 2009 le nostre scuole di ogni ordine, il 9% non erano residenti ).

Le Provincie dovrebbero decidere entro il prossimo 15 novembre, ma il Consiglio provinciale di Roma il 25 ottobre ha approvato mozione con la quale chiede al Governo di prorogare il dimensionamento scolastico al 2013-2014 e soprattutto che si stabiliscano deroghe ai criteri meramente numerici previsti dalla legge.

Dirigenti del Ministero hanno già espresso perplessità circa le aggregazioni in istituti comprensivi delle scuole dell'infanzia, primarie e secondarie di I grado in quanto la norma va ad incidere sulla sfera delle attribuzioni delle Regioni.

La Conferenza delle Regioni, presieduta dal Presidente della Regione Emilia-Romagna, Vasco Errani il 28 0ttobre ha chiesto al Governo di aprire un confronto sul tema che investe competenze specifiche delle Regioni.

Intanto genitori e docenti della Nobile continuano la loro battaglia contro lo smembramento della loro scuola e chiedono a Provincia e Regione un tavolo tecnico prima di prendere qualsiasi decisione. Ma soprattutto chiedono aiuto alla Città di Ciampino.

"Al momento l’unica soluzione possibile per interferire con tali decisioni, è quella di spedire il prima possibile (i tempi a disposizione sono strettissimi!) la petizione preferibilmente tramite fax ai vari organi preposti (Comune, Provincia e Regione) con la richiesta dell’apertura di un tavolo tecnico, volto ad individuare soluzioni che non distruggano la scuola Umberto Nobile."
Questa la conclusione del Consiglio d'Istituto della scuola media Umberto Nobile indicando tutti gli indirizzi a cui inviare la petizione.

Il testo della ruinione del consiglio d'Istituto del 2 novembre 2011

La Mozione della Provincia di Roma

La lettera del Presidente della Conferenza delle Regioni al Ministro Gelmini

Principali attività avviate dalla SMS.U.Nobile nell’a.s.2011-12