caratteristiche del colibrì
Colibrì La leggerezza dell'informazione

Giornale su ambiente e diritti
www.ciampinonet.it
Home Page
Posta
Archivio
Rubriche
Contattaci

Rubrica


Piovono pietre

A cura di Roberto Sinibaldi
Clicca sulle immagini per ingrandirle



Pubblicità su viale Kennedy
13 ottobre 2008
20 ottobre 2008
Il rimorchietto è stato rimosso!


A Ciampino metti un rimorchietto su una strada davanti ai carabinieri (viale Kennedy), ci metti sopra una pubblicità, quasi certamente abusiva, comunque fuorilegge perché non potrebbe stare vicino ad un incrocio, togli le ruote al rimorchietto così il senso del kitsch aumenta un po' e, come tocco finale, metti dei blocchetti sotto il carrello. Un intervento di arredo urbano notevole, sta lì da alcuni giorni, il presunto responsabile potrebbe essere il pubblicizzato, c'è qualcuno che gli vuole fare un elogio?





Giuseppe Marrazzo presidente
della Regione Lazio 27 ottobre 2008
L'INASCOLTATO APPELLO A MARRAZZO



Facciamo nostro l'appello
contro l'inceneritore di Albano
pubblicato dal giornale "Il Caffè"










A novembre de 2006 avevamo segnalato
che in piazza della Pace mancava un albero

Piazza della Pace novembre 2006
Piazza della Pace novembre 2006

All’epoca avevamo scritto: “È una cosa rimediabilissima, basta piantarlo. La stagione è quella buona. Siamo certi che si può fare. Grazie.

A distanza di un paio d’anni ci siamo accorti che invece di piantare l’albero mancante, qualcuno ha pensato bene di pavimentare lo spazio dove una volta cresceva una pianta. Lasciamo i commenti ai lettori.

3 settembre 2008
Piazza della Pace 3 settembre 2008
Piazza della Pace 3 settembre 2008






Igdo:
il TAR del Lazio accoglie il ricorso della SICIET”
ed annulla il vincolo della Soprintendenza

Il 20 marzo scorso la Sezione Seconda bis del TAR di Roma non ha accolto la richiesta di sospensione della Società Vodafone contro il provvedimento di annullamento del Comune di Ciampino per l’antenna di via Romana Vecchia.

25 marzo 2008




L'antenna Vodafone in via Romana Vecchia
IL TAR DI ROMA NON HA CONCESSO LA SOSPENSIVA RICHIESTA DALLA VODAFONE ED HA RINVIATO L’UDIENZA AL 3 LUGLIO 2008

Dall’inizio del 2008 al 12 febbraio, in 43 giorni, i limiti dell’inquinamento da polveri sottili (il famigerato PM10) è stato superato 17 volte (fonte: Agenzia Regionale Protezione e Ambiente del Lazio). Facendo una semplice proporzione è prevedibile che in circa quattro mesi si raggiungerà il limite dei cinquanta giorni di sforamento. La normativa prevede appunto un massimo di cinquanta giorni l’anno, oltre i quali il superamento giornaliero del limite è vietato. Già dall’anno scorso avevamo sottolineato questo aspetto, ma i provvedimenti previsti nel pacchetto ambiente, tutti giusti e condivisibili, tranne che decisamente troppo blandi, non hanno migliorato di molto la situazione.

A Ciampino potremmo trovarci a superare i limiti di legge per l’inquinamento, quello da polveri sottili, già da metà della prossima primavera. Qualcuno se ne preoccupa? Qualcuno studia i dati, li pubblica, li analizza, se ne fa carico politicamente? Forse sì, ma se lo fa all’esterno trapela ben poco.
La battuta sul sindaco che intanto passa qualche giorno di vacanza nelle sue proprietà dall’altra parte del mondo sarebbe facile, e non è questo che ci interessa.
Sarebbe gradito, non appena i politici avranno concluso le loro consultazioni, le elezioni interne, la costituzione di schieramenti e cordate, sapere se anche i cittadini potranno essere un po’ informati, così, giusto per darsi una regolata su se e quanto sia rischioso rimanere a vivere qui.

27 marzo 2008



Ponte di Morena

IINQUINAMENTO DELL’ARIA
Superamento dei limiti del PM10

Dall’inizio del 2008 al 12 febbraio, in 43 giorni, i limiti dell’inquinamento da polveri sottili (il famigerato PM10) è stato superato 17 volte (fonte: Agenzia Regionale Protezione e Ambiente del Lazio). Facendo una semplice proporzione è prevedibile che in circa quattro mesi si raggiungerà il limite dei cinquanta giorni di sforamento. La normativa prevede appunto un massimo di cinquanta giorni l’anno, oltre i quali il superamento giornaliero del limite è vietato. Già dall’anno scorso avevamo sottolineato questo aspetto, ma i provvedimenti previsti nel pacchetto ambiente, tutti giusti e condivisibili, tranne che decisamente troppo blandi, non hanno migliorato di molto la situazione.

A Ciampino potremmo trovarci a superare i limiti di legge per l’inquinamento, quello da polveri sottili, già da metà della prossima primavera. Qualcuno se ne preoccupa? Qualcuno studia i dati, li pubblica, li analizza, se ne fa carico politicamente? Forse sì, ma se lo fa all’esterno trapela ben poco.
La battuta sul sindaco che intanto passa qualche giorno di vacanza nelle sue proprietà dall’altra parte del mondo sarebbe facile, e non è questo che ci interessa.
Sarebbe gradito, non appena i politici avranno concluso le loro consultazioni, le elezioni interne, la costituzione di schieramenti e cordate, sapere se anche i cittadini potranno essere un po’ informati, così, giusto per darsi una regolata su se e quanto sia rischioso rimanere a vivere qui.

18 febbraio 2008



Lavori per il prolungamento di via Lisbona


Il prolungamento via Lisbona
APERTURA
DI UN NUOVO TRATTO DI STRADA
Perché si fa? Serve davvero? Quanto costa?




LLunedì 11 febbraio sono cominciati i lavori per il prolungamento di via Lisbona. Saranno conclusi in un mese. La strada è quella che passa tra le case del cosiddetto complesso Scarrozza e la scuola elementare di via Mura dei Francesi. Quello che era il cortile interno della scuola, da cui gli studenti entravano nella palestra, verrà trasformato in una normale strada, presumibilmente piuttosto trafficata.
Questi lavori erano proprio essenziali? La scuola sta così da almeno una ventina di anni e non sembra che qualcuno abbia ravvisato un’esigenza di qualche tipo perché il cortile della scuola divenga una strada di attraversamento. Forse i nostri amministratori hanno in mente qualche rivoluzione della viabilità locale? Vogliono mettere qualche altro senso unico?
Purtroppo non lo sappiamo. Quello che sappiamo è che bisognerebbe mettere in pratica un principio elementare: invece di aumentare le strade, diminuire le macchine. Ovvio? Forse. Attuabile? Probabilmente sì. A Ciampino si può fare? Basandosi sui livelli di inquinamento, ridurre il traffico automobilistico è fortemente raccomandabile.

18 febbraio 2008




Fermata FS Acqua Acetosa
Fermata FS Acqua Acetosa
Fermata FS Acqua Acetosa


FERMATA FS ACQUA ACETOSA

Ritinteggiata, ma non risolti i problemi dell’attraversamento dei binari


A gennaio si sono conclusi i lavori di ripulitura della fermata ferroviaria dell’Acqua Acetosa. È stato rimesso l’intonaco dove necessario, ritinteggiati muri e panchine. Attendere il treno in una zona tutta pulita dà una sensazione di nuovo, di immacolato. I writers torneranno presto al lavoro, purtroppo. Quello che però qui vogliamo segnalare è che il problema dell’attraversamento dei binari è rimasto tal quale.

Nessun sottopasso è in vista, nessuna soluzione. Solo quella illegale che i cittadini si devono arrangiare a “ripristinare”, cioè aprire la rete e passare, mentre la voce metallica dell’altoparlante, invita da anni a non farlo. E per le FS questo è tutto. Il comune può fare qualcosa? Forse sarebbe il caso.

18 febbraio 2008




CARTA ECOLOGICA PER IL GIORNALE DEL COMUNE




Il giornale comunale “Ciampino Informa” è stampato su carta ecologica. Un piccolo segno di attenzione che ci eravamo permessi di sollecitare da tempo.
Il formato è rimasto lo stesso, ma è stata abbandonata la plastificata carta precedente. Evviva!

10 febbraio 2008



La piscina comunale a Ciampino

GLI SPOGLIATOI
DELLA PISCINA COMUNALE


Quando partono i lavori?


La piscina comunale è stata aperta l’anno scorso con una bella cerimonia. Erano presenti il sindaco, qualche parlamentare, e poi assessori, consiglieri, politici, giù giù fino addirittura a qualche persona comune. La piscina fu presentata come un ulteriore elemento di una più complessiva zona sportiva, dietro infatti c’è il campo di calcio.

Tutto bene: la piscina è stata presa d’assalto nei mesi estivi, è bellina e funziona abbastanza bene. Oltre un po’ di spazio verde intorno, mancavano gli spogliatoi e i bagni. Insomma un qualche locale di servizio che in genere è considerato basilare per il funzionamento di una struttura di questo tipo. L’anno scorso fu preferito però aprirla lo stesso, nell’urgenza di fornire comunque un servizio. L’assicurazione era che bagni e spogliatoi si sarebbero fatti prima dell’apertura della prossima stagione 2008.

Mancano ancora alcuni mesi, l’assessore al Patrimonio, gentilmente interpellato, ha riconfermato che i lavori saranno conclusi per la prossima estate. Resta il fatto che non sono ancora cominciati. Non vorremmo che sia necessario fare tutto di fretta ancora una volta.

18 febbraio 2008





CHI RUBA I FIORI DALLE AIUOLE?

viale Kennedy:
estirpate alcune piante dalle aiuole


La notizia non è il furto; bensì quello che è stato sottratto: qualcuno ha pensato di estirpare alcune piante dalle aiuole lungo i marciapiedi di viale Kennedy. Il danno economico potrà anche essere modesto, forse in pochi ci avranno fatto caso.

Quello che lascia indignati è la mancanza di senso civico, la totale assenza della percezione del significato pubblico, collettivo, cittadino di un qualcosa che non è proprietà privata, ma proprio per questo deve tanto più essere rispettato. È come se il ladro avesse rubato a se stesso.

Se questa semplice constatazione non è di tutti allora significa che abbiamo ancora molta strada da percorrere per maturare la nostra condizione di cittadini.

18 febbraio 2008




Manifesti del PD  abusivi a Ciampino
MANIFESTI ABUSIVI
Manifesti del PD  abusivi a Ciampino

Perché il Partito Democratico continua con affissioni
che poi il servizio comunale bolla come abusive?


E basta! Non è un buon esempio; non è una pratica che passa inosservata; non è un comportamento occasionale dovuto ad una svista. È contraddittorio rispetto a chi rappresenta i partiti e magari amministra non solo in nome della legge, ma al senso civico, a quel patto che lega i cittadini, fatto prima che da leggi, da regole non scritte, che suggeriscono i comportamenti collettivi.

Il senso etico dovrebbe prevalere già da queste cose, probabilmente considerate piccole, ma che forse possono apparire rivelatrici dell’interpretazione di ruoli e appartenenze.

Qui ci interessa più evidenziare un fatto, che conoscere se per i manifesti abusivi siano state irrogate sanzioni ed eventualmente riscosse.

3 gennaio 2008




Piazza della Pace - Ciampino
Attraversamenti pedonali
a piazza della Pace
un intervento lungimirante o normale sciatteria?






PT in via Kennedy
Bagni all'ufficio postale
di via Kennedy

Nella seduta del Consiglio Comunale del 20 novembre è stato rispolverato il problema, che si pone soprattutto per gli anziani che rimangono per ore in attesa di riscuotere la pensione. La soluzione di mettere un bagno dentro gli uffici postali sembra poco praticabile perché le Poste temono rapine (qualcuno si potrebbe asserragliare nei bagni). L’ipotesi prevalente sembra essere quella di mettere un bagno al di fuori degli uffici postali.

Ma, domandiamo noi, non si potrebbe indurre l’ufficio postale a fare in modo che le file agli sportelli non superino i 10 minuti? Così i bagni nessuno li reclamerebbe e si renderebbe un servizio (civile) pure a tutti gli altri che aspettano per ore anche se non devono fare pipì!

31 dicembre 2007



Comune disinforma
Un’altra perla del giornale istituzionale comunale

Va bene che il giornale comunale sta dalla parte del comune; va bene che il giornalista è meglio che non faccia domande imbarazzanti; va bene che deve andare sempre tutto ottimamente; però se si esagera poi diventa esilarante.
Pagina 8 del foglio di plastica comunale del 31 ottobre 2007: il capogruppo del nascente Partito Democratico, il consigliere Marco Pazienza, a proposito del recente azzeramento della vecchia Giunta e dell’insediamento di una nuova Giunta, fatta per metà da nuovi assessori e per l’altra metà degli assessori che già c’erano prima, spiega che “La vita politica di Ciampino ruota da troppo tempo intorno alle stesse persone…” e qui non si può che essere d’accordo, tranne poi accertarsi di quali siano le persone cui si allude: gli assessori defenestrati o il sindaco Perandini, in politica solo da una ventina d’anni? Il giornalista non lo domanda e noi tutti rimarremo con il dubbio!
Il capogruppo prosegue su questo argomento, e a proposito degli assessori gentilmente invitati a togliersi dai piedi, conclude così: “sicuramente dopo tanto tempo che si fa un’attività è normale che ci sia un certo rilassamento, o una certa assuefazione. Con questo però, lo ribadisco, non voglio dire assolutamente che le persone che sono state estromesse dalla Giunta dal Sindaco Perandini non svolgessero adeguatamente il loro compito.”
Anche in questo caso il giornalista non ha fatto l’unica domanda che a tutti noi affiora alle labbra: ma allora perché il sindaco l’ha cacciati? Delle due l’una: o il sindaco riteneva gli assessori estromessi (al contrario del capogruppo del PD), come minimo inadeguati, oppure erano adeguati ma, diciamo così, gli erano antipatici. Insomma la sua scelta è stata fatta su base soggettiva, umorale, personale.
In ogni caso il giornale comunale si segnala come un bollettino in cui invece delle domande “normali”, alle quali ai cittadini piacerebbe avere risposte, si monta un siparietto dove la politica appare sospesa in un’arcadia, fatta da buontemponi o gonzi, fate voi.
12 novembre 2007




Via Doganale Via Doganale

Ha resistito ai millenni ma non al bitume



Il percorso di transumanza che dalla Marsica raggiungeva il mare, verso l’attuale Anzio, dopo aver resistito per millenni, sarà affidato all’oblio dell’asfalto.


www.pdciampino.it
annunciano la costituzione, invitano ad informarsi sul sito,
ma su Internet non è attivo proprio niente!


www.PerDindirindina.it, il PD non funziona!
È una settimanella che leggiamo un manifesto che invita a informarsi sul sito, ma non c’è niente da fare, anche i più volenterosi devono desistere. Disguidi tecnici, dimenticanze informatiche, entusiasmo che anticipa passaggi operativi? Chissà, ma quelli che avrebbero voluto dare “il contributo di idee” sollecitato, che fanno? A chi si rivolgono?
Forse è meglio che aspettino settembre...

30 luglio 2007



Distributori di carburante nel centro di Ciampino


Recentemente smantellato il distributore di benzina di via del Lavoro. Stava lì dagli anni Cinquanta, lo si vede già nelle prime cartoline, ormai quasi storiche, di Ciampino...

luglio 2007



La protesta di Buttiglione:
voglio il gelato alla buvette


I parlamentari scrivono: "
Siamo certi di interpretare il desiderio di molti"






LIBRI SCONSIGLIATI

La casta

Così i politici italiani sono diventati intoccabili


di Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo


«Sono preoccupata per mio figlio. Non fa niente tutto il giorno e ho paura che si droghi». «Precario?». «No, parlamentare». Era una battuta di Vauro.
Corrosiva quanto lo è il libro e sullo stesso argomento. Il libro di Stella e Rizzo è uscito a maggio, sta alla ottava edizione e lo sta leggendo tutta l’Italia, soprattutto la sinistra. Non so se il libro è stato scritto sull’onda del dibattito sui costi della politica o se, più probabilmente, questo dibattito è stato innescato anche da un libro come questo. Il dato certo che è un libro sconsigliabile, non, dico -non- bisogna leggerlo. Perché altrimenti c’è il rischio di non andare più a votare. Se si aprono le prime pagine si è risucchiati nel gorgo della curiosità, increduli si supera di slancio il primo capitolo ed è finita: dal sarcasmo si passa al distacco, al disgusto e infine al qualunquismo di ritorno, quello di chi ne sa troppo e non ne vuole più sapere. Se invece si decide di leggerlo, l’antidoto è quello di agire subito dopo: mantenere alto il livello di partecipazione e non farsi mettere i piedi in faccia dalla casta.
Il libro è documentatissimo, cita fatti, numeri circostanze, persone, ma stranamente pare che non abbia ricevuto querele. Vuoi vedere che quello che racconta è tutto vero! Dal degrado che pervade il mondo politico non si salva nessuno, tranne il presidente della regione Sardegna Renato Soru, ma è appunto un’eccezione. Vi è descritta la parabola seguita dall’autoroganizzazione della politica, dai virtuosismi dei costituenti alla cialtroneria dei farabutti attuali. E nel clima attuale si potrebbe temere che alla sinistra, orfana dell'ideologia di classe, possa rimanere solamente il moralismo pauperista.
Naturalmente in tanto degrado non si citano, ma sono certamente presenti molti, anche politici, corretti e scrupolosi, ma il problema primario è che il sistema è conformato sulle necessità di autoalimentare i propri meccanismi, quindi tende a fagocitare e omologare anche i virtuosi.

11 giugno 2007



CICLOFFICINE:
ANDARE IN BICI A CIAMPINO
 
  • realizzazione nell’area urbana di una viabilità espressamente riservata alle biciclette,
  • messa in sicurezza delle piste ciclabili esistenti, dei marciapiedi e degli attraversamenti pedonali;
  • riqualificazione e messa in sicurezza dei sottopassi pedonali;
  • aumento delle rastrelliere per biciclette;
  • realizzazione di una zona pedonale al centro cittadino da attuarsi nei giorni festivi;
  • realizzazione di percorsi protetti intorno alle scuole del territorio;
  • realizzazione di percorsi pedonali nei quartieri periferici, per favorire la sicurezza pedonale..
l'articolo




Consiglio Comunale del 26 febbraio 2007:
Parcheggi per i Consiglieri comunali

quasi un paio d'ore di dibattito dell'intera assemblea (30 Consiglieri, gli Assessori, il Sindaco, presumibilmente il segretario comunale, forse qualche tecnico, e magari qualche eroico cittadino tra il pubblico) per discutere dei "parcheggi per i Consiglieri comunali". Proprio così, senza infingimenti.
I Consiglieri che hanno presentato la richiesta protestano e sostengono che, per espletare il loro mandato di rappresentanti dei cittadini, il Comune deve mettere a loro disposizione dei parcheggi.
I pochi che si dichiarano contrari ribattono che sarebbe un privilegio difficilmente motivabile rispetto al resto dei cittadini "normali". Solo per inciso si deve ricordare che i Consiglieri già ora hanno un trattamento particolare, sia per i posti auto, sia per i costi dei parcheggi (con 70 centesimi di euro hanno a disposizione un posto auto per un intero giorno, un comune cittadino invece paga la stessa cifra per un'ora). Il parcheggio pubblico e gratuito che sta dopo i ponti all'inizio di via di Morena, a duecento metri dal municipio, non è ritenuto congruo per l'uso dei consiglieri, alcuni sostengono che è "fangoso".
Dal resoconto del dibattito (pubblico e scaricabile da sito Internet del Comune), riportato integralmente qui accanto, emerge che il Consiglio Comunale ha preso sul serio la proposta, l'ha lungamente dibattuta e l'ha rinviata ad una apposita commissione perché sia approfondita e quindi si presume che tornerà in aula per un altro bel dibattito.
L'esercizio democratico svolto nelle assemblee elettive è supremo, certo. Ma in questi casi l'antitodo può essere solo il sarcasmo estremo, che il grande Eduardo in un vecchissimo film sintetizzava nel pernacchio.

13 marzo 2007




25 milioni di euro a disposizione dei consiglieri della Regione Lazio
per finanziamenti personalizzati.
Forse si poteva evitare o forse sono il segno dei tempi.
Per noi è un provvedimento censurabile per cui si utilizza denaro pubblico per fini quantomeno particolaristici, se non addirittura personali e che alla fine potrebbe indirettamente sommare altre laute prebende ai non insignificanti emolumenti già percepiti dai politici regionali.

di Fabio Rossi
da "Il Messaggero" del 2 marzo 2007, Edizione Area Metropolitana, Cronaca, pag. 44

www.ilmessaggero.it

Bufera sui fondi dei consiglieri
Nieri: tutto lecito


Una pioggia di fondi a disposizione di ognuno dei 70 consiglieri regionali: 350 mila euro a testa, di cui 100 mila da destinare ad associazioni attive sul territorio e 250 mila per i lavori pubblici.
Secondo il settimanale L'Espresso, in edicola oggi, i carabinieri hanno acquisito una parte del lunghissimo elenco di stanziamenti "personalizzati" che, oltre a iniziative meritevoli, finanzierebbero anche organizzazioni amministrate da parenti o collaboratori dei consiglieri della Pisana. Il tutto in maniera formalmente legale, visto che si tratta di fondi regolarmente iscritti nel bilancio, e con una "decurtazione" del 50 per cento rispetto ai tempi della giunta del governatore Francesco Storace, quando i fondi per ogni parlamentare regionale ammontavano a circa 700 mila euro.
L'attuale esecutivo, guidato da Piero Marrazzo, punta il dito sulle potestà legislative del consiglio: "Abbiamo ridotto notevolmente questo tipo di finanziamenti, che vengono inseriti nella Finanziaria regionale con emendamenti d'aula - sottolinea l'assessore al Bilancio, Luigi Nieri - Va ricordato che il potere legislativo è nelle mani del Consiglio, e che comunque questi finanziamenti ammontano a meno di un millesimo della manovra regionale". Secondo Nieri "è tutto assolutamente lecito e trasparente: ogni parte del bilancio viene pubblicata su Internet, e i progetti, con relativi piani finanziari, vanno presentati entro e non oltre il 30 giugno per essere poi valutati con attenzione dai nostri uffici - aggiunge l'assessore - Dall'anno prossimo, comunque, questi fondi spariranno dalla manovra".
Dall'opposizione di centrodestra, il vice presidente del consiglio Bruno Prestagiovanni (An) conferma che "questi stanziamenti derivano da emendamenti che ogni consigliere ha presentato in aula, con progetti che devono comunque essere valutati caso per caso".

5 marzo 2007




Simone Lupi, geometra figlio di geometra,
è assessore al Bilancio del Comune di Ciampino


arrotonda il bilancio (personale) lavorando al cimitero comunale

Non c'è nulla di male se un assessore, oltre ad attendere agli uffici del suo mandato istituzionale, lavori da qualche parte; non c'è nulla di male se un assessore lavori nel suo comune.

Quello che forse si potrebbe eccepire, beninteso, solo da saccenti perbenisti che insistono a ritenere di una certa importanza l'etica dei comportamenti, è che non sia colto alcun limite, alcun problema, nella inevitabile commistione di ruoli che un esponente istituzionale rischia di correre, se si mette a fare il libero professionista in cose che riguardano il comune in cui ha contemporaneamente un interesse pubblico da tutelare.

Non ce ne voglia il giovane assessore, abbiamo utilizzato il suo caso solo come esempio, ma forse potrebbe prendere spunto dal Sindaco Perandini, che da quando ricopre incarichi istituzionali ha abbandonato l'attività dello studio tecnico di famiglia.

22 gennaio 2007


cliccare sulle immagini per ingrandirle




richiesta di pubblicazione sul sito web del Comune dei verbali delle sedute del Consiglio Comunale sull'immagine per ingrandirla
L'assessorato alla Comunicazione non comunica

richiesta di pubblicazione sul sito web del Comune dei verbali delle sedute del Consiglio Comunale

Già dal giugno scorso avevamo richiesto all'Assessore competente la possibilità di poter leggere i verbali delle sedute del Consiglio Comunale nel sito Internet del Comune di Ciampino...





La fermata dell'autobus con la pensilina
La fermata dell'autobus
di piazza della Pace
La fermata dell'autobus senza pensilina

Una volta la fermata dell'autobus di piazza della Pace era dove sta la pensilina (foto 1). Sorpresa! È stata spostata dall'altro lato della piazza (foto 2). Nella nuova fermata la pensilina non c'è. Esisteranno delle ragioni per lo spostamento, non le conosciamo, ma saranno certamente fondate. Potrebbe comunque essere utile considerare l'opportunità di installare una pensilina nella nuova fermata, così che gli utilizzatori dei mezzi pubblici possano ripararsi dalla pioggia. Siamo certi che qualcuno ci ha già pensato e che ci sta già lavorando.




clicca sull'immagine per ingrandirla



In piazza della Pace manca un albero


È una cosa rimediabilissima, basta piantarlo.
La stagione è quella buona.
Siamo certi che si può fare.
Grazie
.



Una mattinata al Gemelli


Del sottile non sapere dinonsapere

gli era uscito di getto quel fiume convulso ed un po’ insensato di parole mentre, seduto su una bianca poltrona-lettino con un agocannula nel braccio nel quale scorreva iodio radioattivo, si trovava davanti una bella donna più vicina ai trentacinque che ai quaranta con un camice bianco che senza presentarsi, senza segnalare a che titolo gli si rivolgeva, gli stava dicendo che non era possibile…




Saluti dall'emeroteca

Siamo andati a cercare un giornale di qualche settimana fa per un articolo che ci interessava, presso l'emeroteca della nostra biblioteca. Non l'avevano perchè... i quotidiani li buttano! Ci hanno candidamente risposto che "non c'è posto". Abbiamo così scoperto che la nostra emeroteca in realtà non è un'emeroteca, dove, per definizione, ci dovrebbero essere le raccolte dei giornali. Si raccolgono solo alcuni mensili, mentre i quotidiani vengono gettati al massimo dopo un paio di giorni. ... la prossima volta i giornali vecchi li andremo a cercare dal barbiere, che sappiamo per certo che li conserva più a lungo.



Le parole della politica

L'assessore Ciotti ci aveva fatto capire, o forse noi avevamo capito, dopo avergli inviato una lettera il 28 giugno 2006, che le trascrizioni dei verbali delle sedute dei Consiglio Comunali sarebbero state pubblicate sul sito comunale. Quando?




megastore su viale  kennedy

Un megastore che fa da megatappo

Ciampino si sta trasformando sempre più in un grosso centro commerciale. Tutta via Kennedy, e più avanti via R. Bianchi Bandinelli, è costellata da attività commerciali che richiamano enormi flussi di traffico. La strada continua a mantenere le dimensioni del vecchio viottolo di campagna, che in origine era il percorso della vecchia linea ferroviaria, successivamente spostata più ad ovest.




Pubblicità privata suplance per manifesti mortuari
Plance Comunali per le

affissioni
Pubblicità privata suplance per manifesti mortuari

Gli spazi per i manifesti mortuari ospiteranno la pubblicità?
Finalmente il comune si è dotato di plance dove affiggere i manifesti. Sarà possibile così che i manifesti dei necrologi trovino una collocazione consona. Rimane il dubbio sull’uso dello spazio appena sopra.
Ci metteranno dei manifesti pubblicitari come sembra suggerire l’offerta di spazio disponibile?
Quella fotografata è la plancia vicino alla chiesa di piazza della Pace.



Lo spazio antistante la Biblioteca comunale
ha subito una progressiva metamorfosi

Basta dare un’occhiata alle foto e si vede che dal verde dei giardini si passa al chiaro della ghiaia fino al nero dell'asfalto.

Fontana antistante la biblioteca cominale di Ciampino dicembre 2001
2 dicembre 2001
Fontana antistante la biblioteca cominale di Ciampino dicembre 2004
28 dicembre 2004
Fontana antistante la biblioteca cominale di Ciampino maggio 2006
31 maggio 2006